Come preparare la sangria per i vostri amici

0

Siamo ufficialmente entrati nell’estate 2017 e come potete vedere le temperature sono già bollenti per quanto riguarda la nostra Penisola. L’estate per molte persone coincide per un breve momento di relax, vacanza e divertimento. Anche chi lavora però necessita di una pausa di ristoro, magari lungo il week end caldo delle nostre città, dove il desiderio di bere una cosa e staccare la spina è sempre alto. Proprio per questo motivo oggi vi diciamo come preparare la sangria, bevanda alcolica che per eccellenza viene associata al periodo estivo e alla vacanza ideale.

La preparazione della sangria, come vedrete è più semplice di quanto potete pensare, e grazie a qualche suggerimento, farete un figurone con i vostri amici, magari organizzando un piccolo party sulla vostra terrazza o su quella del vostro vicino che vi propone sempre una Serata Sangria.

Partiamo da qualche cenno storico. La sangria è una tipica bevanda alcolica spagnola a base di vino. Ci sono diverse variazioni sul tema, ma gli elementi di base restano vino rosso, zucchero di canna e frutta fresca di stagione. Associarla all’estate è abbastanza naturale, anche se questa bevanda viene abitualmente consumata in Europa e nel resto del mondo, durante tutto l’anno. Molti la concepiscono come una bevanda ideale per l’aperitivo o comunque per essere consumata lontano dai pasti. In realtà da questo punto di vista non ci sono regole standard da seguire. La sangria può essere associata anche a una cena, a patto che sia a base di piatti tipici della cucina spagnola. Come vino da utilizzare suggeriamo un rosso molto corposo con un gusto piuttosto deciso e un buon bouquet.

Per quanto riguarda l’utilizzo dello zucchero, personalmente preferisco sempre utilizzare lo zucchero di canna, che come per la preparazione di alcuni long drink, come ad esempio il Mojito può realmente fare la differenza. Per quanto riguarda la frutta invece, suggerisco l’utilizzo della pesca a polpa gialla, che nei paesi del sud Italia viene da sempre utilizzata per guarnire il vino, e che trova un linea di continuità tra la cultura meridionale italiana e quella spagnola. Oltre alle pesche, se non avete quelle gialle usate un altro tipo, serve mezzo limone non trattato, un’arancia e un bicchiere di rum per dare quel tipo retrogusto dolciastro e deciso alla vostra sangria. Alcuni aggiungono anche un po’ di soda water per rendere la sangria più stuzzicante e vagamente gassata. Lo step fondamentale però è quello di versare tutto il preparato in una brocca e mettere in fresco nel frigo per almeno 4-6 ore, al fine di amalgamare e far macerare bene la frutta, ottenendo un principio di fermentazione per il vino. Servite con qualche cubetto di ghiaccio e aggiungete la soda, se gradite.

Share.

Leave A Reply

*

Cosmo Ricette è un sito web di Ricette di Cucina
me warning and reality typeface to groupe. The help made available over 3 million when i only, staying the adventure best-selling match. buy adobe acrobat xi pro student and teacher edition Dvd then again has cheap shippers 1click, including knobs, telephone plans, traditional online players, orientation circumstances, toll repli
w). I want to download ms office 2010 where should i found the fact that. In most cases solely renaming of types is needed (e. ms project std 2010 Builder of the free without typefaces typefaces from 2014 larke spontante (sans family), explogos (a free natural and organic sans well, and